ULTIMI PREPARATIVI

Featured image

Il 27 dicembre inizierà l’attività di ricerca geologica dell’Università di Siena nell’ambito della 30° Spedizione italiana del Programma Nazionale Ricerche in Antartide. Tutte le notizie in diretta, le immagini e le curiosità che emergeranno dall’attività quotidiana di indagine tra i ghiacci saranno “postate” su questo blog e su una pagina Facebook.

Il blog, che contiene molti materiali di una precedente spedizione (2012-2013), verrà aggiornato dalla base italiana Mario Zucchelli e dalla base americana McMurdo ai piedi delle Montagne Transantartiche, dalle quali il gruppo di spedizione raggiungerà le aree di ricerca utilizzando elicotteri strumentati con videocamere ad altissima risoluzione e capaci di atterrare anche sui crinali più impervi.

La spedizione, supportata per la logistica dall’Agenzia ENEA, viene sviluppata secondo gli obiettivi di un progetto di ricerca finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel 2013. Il progetto di ricerca è coordinato dall’Università di Siena e coinvolge ricercatori di tre strutture dello stesso ateneo (il Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente, il Centro di Geotecnologie e la Sezione di Geologia del Museo Nazionale dell’Antartide), ricercatori degli atenei di Padova e di Roma Tre e di due centri di ricerca del CNR (Pisa e Milano) e insegnanti di scienze o geografia di due istituti di istruzione secondaria (Prato, Pinerolo). La ricerca punta a ricostruire eventi salienti della storia geologica di un’ ampia regione dell’Antartide, da quelli più recenti di modellamento del paesaggio, legati all’azione erosiva e di trasporto e accumulo dei ghiacci e al sollevamento delle Montagne Transantartiche (la storia degli ultimi 60 milioni di anni), ai processi che hanno formato le rocce fluviali e lacustri con abbondanti resti di rettili, pesci e foreste del Trias (circa 200 milioni di anni fa). Grazie a rare tracce conservate in particolari zone ove la deformazione profonda della crosta ne ha garantito la risalita in superficie e alle profonde incisioni in alcune valli glaciali, il lavoro riguarderà anche i processi più antichi delle Montagne Transantartiche, ora registrati nei minerali di rocce che si sono formate nelle radici della crosta continentale di antiche catene montuose simili all’Himalaya, in tempi variabili da 550 milioni di anni fa a oltre 1,7 miliardi di anni fa.

Il gruppo di quattro ricercatori che sarà impegnato nella spedizione (Gianluca Cornamusini, Matteo Perotti, Sonia Sandroni e Franco Talarico) utilizzerà e sperimenterà in varie condizioni ambientali (anche particolarmente avverse) tablet particolari con uno specifico software per acquisire immediatamente sul campo e in modo geo-referenziato dati in diverso formato (testo, audio e immagine) sui campioni di minerali, fossili e rocce.

Tutti i risultati della ricerca verranno divulgati e saranno oggetto di attività di educazione scientifica, sia durante la spedizione (mediante videoconferenze e blog) che dopo, con conferenze presso le scuole in Toscana e Piemonte e la progettazione e realizzazione di un breve documentario didattico. Sui temi riguardanti la storia dei ghiacci antartici nella regione della spedizione è da ora disponibile gratuitamente la seconda edizione di CLAST, una applicazione per iPad (itunes.apple.com/us/app/clast/) e per web (www.smiledragon.it/SCAMBIO/CLAST/Clast.html) didattica e interattiva sviluppata per spiegare argomenti di geologia e scienze della Terra, un viaggio nello spazio (in Antartide) e nel tempo (negli ultimi 150 mila anni) alla scoperta delle caratteristiche dell’immensa calotta glaciale antartica e della sua evoluzione in risposta ai cambiamenti climatici. La conclusione della spedizione è prevista il 5 febbraio 2015.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s