ESTREMO SUD

Dal twin Otter in volo sul Mare di Ross, ghaiccio marino in frammentazione, le Montagne Taransantartiche della Terra Vittoria meridionale sullo sfondo

Dal Twin Otter in volo sul Mare di Ross, ghaiccio marino in frammentazione, le Montagne Transantartiche della Terra Vittoria meridionale sullo sfondo

Grazie al supporto del Twin Otter (aereo bimotore provvisto di pattini), due elicotteri e delle stazioni scientifiche Scott Base (pernottamenti) e McMurdo (carburante), la nostra attività si è spinta al massimo possibile verso sud, nell’area del Mt Harmsworth, medio Skelton Glacier, quasi 450 km dalla base italiana.

La regione è da tempo riconosciuta come una delle principali sorgenti di detrito eroso dalla catena di montagne e poi trasportato e deposto dai ghiacciai nel bacino (il “Victoria land basin”) che si estende, parallelo al fronte della catena, nel Mare di Ross sud-occidentale.

Nostro principale obiettivo campionare le rocce del basamento cristallino (graniti e gneiss),  studiare faglie e campi di fratturazione per ricostruire  modi e  tempi del sollevamento e dell’erosione della regione montuosa,

Queste informazioni, completato il lavoro di analisi nei laboratori in Europa, verranno poi integrate nell’ampio archivio di dati ricavato dalle diverse perforazioni e carotaggi (ANDRILL e CAPE ROBERTS project) nei sedimenti glaciomarini o di delta fluviale che si sono accumulati nel bacino  e che forniscono un record unico di oltre 34 milioni di anni di storia glaciale e ambientale del continente antartico nella regione del Mare di Ross.

L'aereo è atterrato sulla pista sul ghiaccio di Pegasus (McMurdo Sound), che per il ghiaccio troppo soffice (quasi neve bagnata) è spesso inagibile in questo periodo ostacolando seriamente i voli continentali e intercontinentali. Si scaricano i materiali e le casse che verranno colmate di campioni di roccia

L’aereo è atterrato sulla pista sul ghiaccio di Pegasus (McMurdo Sound), che per il ghiaccio troppo soffice (quasi neve bagnata) è spesso inagibile in questo periodo ostacolando seriamente i voli continentali e intercontinentali. Si scaricano i materiali e le casse che verranno colmate di campioni di roccia

Il "nostro" elicottero; un mezzo  presente tutti i giorni. Grazie alle sue possibilità di atterraggio praticamente ovunque, dai picchi ai ghiacciai in mezzo ai crepacci, e all'ottima comprensione del pilota per il nostro lavoro,, campionamenti e rilevamenti possono spaziare aree immense e ridurre i tempi di trasporto all'osso.

Il “nostro” elicottero; un mezzo presente tutti i giorni. Grazie alle sue possibilità di atterraggio praticamente ovunque, dai picchi ai ghiacciai in mezzo ai crepacci, e all’ottima comprensione del pilota per il nostro lavoro,, campionamenti e rilevamenti possono spaziare aree immense e ridurre i tempi di trasporto all’osso.

 

Al lavoro in affioramenti sui dossi montonati scolpiti dai ghiacci durante le fasi di massimo glaciale

Al lavoro in affioramenti sui dossi montonati scolpiti dai ghiacci durante le fasi di massimo glaciale

 

 

Al lavoro nelle  parti più elevate delle catene montuose. Oltre i 3000 m l'atteraggio con l'elicottero utilizzato è al limite della potenza e portanza del rotore...e i pesi vanno ridotti al massimo (per esempio serbatoio quasi vuoto)

Al lavoro nelle parti più elevate delle catene montuose. Oltre i 3000 m l’atteraggio con l’elicottero utilizzato è al limite della potenza e portanza del rotore…e i pesi vanno ridotti al massimo (per esempio serbatoio quasi vuoto)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s