UNA STORIA AMBIENTALE su grande schermo NELLE PARETI dei MONTI DELLA TERRA VITTORIA

la parete intagliata in un filone strato di dolerite e alla base in arenarie e' altra oltre 500 m

la parete intagliata in un filone strato di dolerite e alla base in arenarie e’ alta oltre 300 m

P1010463

Magmi basaltici  in voluminose quantita’ (dell’ordine delle decine di migliaia di chilometri cubi!) a iniettarsi come grandi strati spessi anche centinaia di metri (filoni strato di dolerite), raffreddati a poca profondita’ dalla superficie terrestre ricoperta da estese foreste, scolpita da fiumi e abitata dai dinosauri (Giurassico medio, circa 180 milioni di anni fa).


i filoni di dolerite (rocce scure) si iniettano lungo i giunti degli strati (superfici meno resistenti) di arenaria (rocce chiare) generando anche spostamenti di diversi metri

 

Filoni meno spessi di dolerite in iniezioni complesse e con varia orientazione entro le arenarie fossilifere del Trias (gli antichi depositi fluvio’lacustri con carbone di circa 250 milioni di anni fa)

Spettacolari affioramenti di tilliti (antichi depositi glaciali) del Carbonifero superiore con intervalli “caldi”, interglaciali, con sedimenti di ambiente fluvioglaciale a lacustre, anche carbonatici.

Tillite: da massi a ciottoli di diverse rocce (campionate pe stabilire la loro provenienza) in una matrice argillosa-sabbiosa bene cementata (argillite-arenaria). Una finestra in almeno due glaciazioni del Carbonifero superiore-Permiano

Tillite: da massi a ciottoli di diverse rocce (campionate per stabilire la loro provenienza) in una matrice argillosa-sabbiosa bene cementata (argillite-arenaria). Una finestra in almeno due glaciazioni del Carbonifero superiore-Permiano
Conglomerati e calcari in sottili strati entro argilliti in alternanza documentati almeno due antichi stadi interglaciali in cui i ghiacci erano arretrati e ambienti fluvio/lacustri dominavano la scena

Conglomerati e calcari in sottili strati entro argilliti in alternanza documentano almeno due antichi stadi interglaciali in cui i ghiacci erano arretrati e ambienti fluvio/lacustri dominavano la scena

Dalla Terra Vittoria settentrionale (Rennick Glacier) alle Valli Secche, nella regione a ovest delle basi USA e neozelandese al limite sud del Mare di Ross, la geologia delle Montagne Transantartiche si lascia scoprire attraverso pareti alte anche 1000 m.

Un gigantesco schermo full HD di frammenti di storia di quelli fasi di cambiamento climatico e ambientale, che nel passato geologico si sono ciclicamente realizzate, e nulla al contrario, si riproporranno anche in futuro.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s